L’innovazione si gioca sul mare: le nuove navi a gnl di Moby

Due nuovi traghetti di costruzione cinese collegheranno la Sardegna al continente entro il 2022 e saranno alimentati a gas naturale

Luglio 8, 2019

L'innovazione sta diventando un trend: usare il gas naturale come combustibile per in mezzi di trasporto, su terra ma ormai sempre più sul mare. Dalle navi da crociera ai traghetti (con o senza passeggeri, con o senza carico) si moltiplicano i vari e gli ordini: in questa fase, soprattutto nel Mediterraneo.

Navi ro-pax in arrivo per la Sardegna

Il nuovo esempio virtuoso da citare è quello della Moby, la compagnia di navigazione tutta italiana che fa capo al gruppo Onorato Armatori. L'amministratore delegato Achille, infatti, ha firmato con i cantieri cinesi di Guangzhou un accordo per la costruzione di due nuove navi ro-pax (cioè, adibite al trasporto sia di veicoli sia di persone) che assicureranno i collegamenti con la Sardegna.

Ma non due navi qualunque, come tutte le altre: saranno le più grandi al mondo della loro tipologia e soprattutto saranno già predisposte per l'alimentazione a gas naturale liquefatto. Insomma, la scelta del gas è ormai diventata opzione quasi automatica nelle navi di nuova costruzione. E lo stesso Achille Onorato, nel comunicato stampa diffuso dopo la firma, ha voluto rimarcare come il potenziamento della flotta – già è in discussione un nuovo accordo per un'ulteriore coppia di navi dalle stesse caratteristiche – consentirà alla Moby di offrire un servizio non solo migliore, ma anche “ambientalmente sostenibile”.

Tutti i dettagli tecnici

Il comunicato del gruppo di Portoferraio, sull'isola d'Elba, illustra poi in dettaglio le caratteristiche da primato delle navi appena ordinate, anche in questo caso soffermandosi su quelle che dimostrano la svolta ecologista in atto. Innanzitutto, i tempi di consegna: sono previsti 36 mesi per la prima delle due, che entrerà quindi in funzione per la stagione estiva 2022, mentre la seconda e gemella sarà pronta 6 mesi dopo.

Il primato è quello delle dimensioni e della capienza. Infatti, le nuove navi della Moby di costruzione cinese saranno le più grandi al mondo: lunghezza fuori tutto di 237 metri, larghezza di 32 metri, capacità di trasporto di 2500 passeggeri e 1300 autoveicoli; dei portelloni laterali renderanno più agevoli e rapide le operazioni di imbarco e sbarco. Il tutto nel massimo confort per i passeggeri, praticamente di categoria lusso: perché le 550 cabine avranno caratteristiche simili a quelle presenti nelle navi da crociera. Traghetti evoluti, insomma.

Tra le caratteristiche tecniche, per l'appunto, spiccano quelle che consentono di ridurre drasticamente l'inquinamento. L'apparato motore avrà una potenza complessiva di 10,8 megawatt: con velocità di esercizio di 23,5 nodi e punte di 25 nodi, “con consumi particolarmente contenuti ed eco-compatibili”. Quali sono gli accorgimenti ecologici previsti? Scrubber ibridi di ultima generazione che consentiranno di abbattere le emissioni, soprattutto la predisposizione a passare dai carburanti tradizionali al gas naturale liquefatto più pulito.